skip to Main Content

Proposta di rivitalizzazione e valorizzazione della via Merceria di Dignano

Dignano

Si parte dallo studio storico – con specifica pubblicazione – dei colori esistenti nel momento della costruzione delle case, della forma e dei materiali dei serramenti. Si elabora un rendering della via completa.

Il piano è quadriennale, da maggio a maggio, con la prima fase da attuarsi entro giugno 2022.

Questa prima fase preparatoria deve cominciare al massimo entro fine 2021 (ideale sarebbe cominciare a metà novembre).

Portami in Istria

Via Merceria. Rinascita di un’antica strada commerciale.

Via Merceria - Dignano

Si parte dalla creazione dei cartelloni e della pubblicità sui media del progetto totale, spiegato passo a passo alla popolazione in tre lingue, illustrando l’intervento intero da eseguire in tre anni e mezzo, in collaborazione tra finanziatori privati (sostenitori del cambiamento), Fondazione Ars et Labor e la Città di Dignano.

Preparazione del programma estate e autunno 2022, Fondazione nell’estate culturale Dignanese

Via Mercerie - Dignano

1. si comincia col montaggio della prime due impalcature mobili per lo studio dei colori originali delle facciate, con lo studio degli intonaci di sottogronda mediante spettrometria di massa eseguita in loco.

a) Elaborazione della mappatura completa della colorazione (con rendering), e coloritura iniziale delle prime 10 facciate.

2. Studio di fattibilità ed esecuzione dello spostamento di 40 automobili per creare la prima parte della zona pedonale di 200 metri.

3. Preparazione del design unitario degli interni ed esterni – comprese insegne- delle prime 3 botteghe:

a) La bottega del caffè, con posti esterni

b) “CB e CB” – cose belle e cose buone di Dignano, punto di assaggio in loco con aperitiv-bar

c) negozio “Merceria in via Merceria” -un po’ di tutto, di tutto un po’.

4. Studio di fattibilità e inizio lavori sugli arredi interni della prima struttura dell’Albergo diffuso di Dignano, restaurata ed arredata (restauro dei mobili e dell’arredo compreso) in stile dignanese.

5. Studio di fattibilità e inizio lavori di copertura delle macchine esterne dei condizionatori d’aria.

6. Planning operativo per la preparazione del circuito OPEN – sempre aperto

6.1. Studio e costruzione delle prime tre sale del Museo etnografico diffuso, idea prima realizzativa per la creazione del Grande Museo etnografico istriano diffuso, sul modello del Museo della civiltà contadina di Santa Maria delle Carceri, provincia di Padova.

a) Sala 1 – La cucina. Preparazione totale dello spazio chiavi in mano, con restauro di arredi originali di proprietà della Città.

b) Preparazione della sala dedicata a Voivoda: I mestieri di Dignano – Voivoda da caligher a stilista di calzature.

c) Preparazione della sala dedicata a Tommaso Sottocorona: I mestieri di Dignano

7. Ricerca, preparazione e messa in cantiere di OPEN: Ospitalità del cibo tutto l’anno.

Le “cesarine” istriane nello spazio ospitalità della Locanda san Martin.

8. Preparazione e messa in cantiere della prima fase dei circuiti culturali turistici. Studio e attuazione:

Stemmi restaurati; circuito Scritte rosse (comprensivo di libro fotografico) e circuito

Chiesette aperte – le prime 4.

Prima fase di colorazione con intonaci green –  prime 10 facciate

  1. “500 passi in via Merceria”: una mostra e un aperitivo dalle 19 alle 21, con mini bus di cortesia e autista
  2. Tre giorni di moda in Istria (lunedì, martedì e mercoledì) per tutta l’estate (individuazione di giovani stilisti, nostrani e stranieri; vari temi…). Tema: gonne e maglieria.
  3. “Short” – rassegna di video brevi da tutto il mondo. Tema: Così pensavo seduto sotto un ulivo, a cura di Apoteka

Autunno culturale dignanese

Via Merceria viaggio indietro nel tempo: via Merceria nel 1932 e nell’Ottocento. Memorie del paesaggio. Com’è cambiato il paesaggio urbano e il suo uso umano in 100 anni.

L’antico Statuto di Dignano: IL RITORNO
Se non piove, un’ora di Ballo in via Merceria ogni sabato e domenica.

Da giugno 2022 a giugno 2023                                                                          

  1. Seconda fase di via Merceria. Rinascita, rivitalizzazione e valorizzazione della via Merceria di Dignano, altri 10 intonaci, porte ed infissi.
  2. spostamento di altre 30 automobili per creare la seconda parte della zona pedonale di 150 metri.
  3. Preparazione del design unitario degli interni ed esterni – comprese insegne- di altre 3 botteghe
    a) Cicchetteria
    b) Birre e vini dell’Istria con assaggi
    c) Gelateria & pasticceria
  4. Lavori sugli arredi interni dell’Albergo diffuso di Dignano.
  5. Prosieguo dei lavori sulla copertura delle macchine esterne dei condizionatori d’aria; seconda fase messa in opera di 20 pezzi.
  6. Circuito OPEN – sempre aperto: Museo diffuso: Sala 4: Camera da letto. Preparazione totale dello spazio chiavi in mano, con restauro di arredi originali di proprietà del Comune.

Sala 5: dedicata a Pietro Marchesi.

Sala 6: La dote dignanese

  1. Preparazione e messa in cantiere della seconda fase dei circuiti culturali turistici. Studio e attuazione

Chiesette aperte – ulteriori 4 e circuito.

Preparazione del programma estate e autunno 2023, Fondazione nell’estate culturale Dignanese

  1. “500 passi in via Merceria”: una mostra e un aperitivo dalle 19 alle 21, con mini bus di cortesia e autista
  2. Tre giorni di moda in Istria (lunedì, martedì e mercoledì) per tutta l’estate (individuazione di giovani stilisti, nostrani e stranieri; vari temi….)
  3. “Short” – rassegna di video brevi da tutto il mondo. Tema: La luce e il colore dell’estate a Dignano, a cura di Apoteka E altro da definire…

Autunno culturale dignanese Le chiese di Dignano.
Studio di fattibilità per un turismo religioso, tra chiesette, cibo e ospitalità.
Caccia al tesoro, per grandi e piccini, dedicata agli ospiti del Dignanese, da svolgersi  per le vie di Dignano
Un’ora di Jazz – un’ora di musica in via Merceria ogni sabato e domenica

Da giugno 2023 a giugno 2024

Terza fase                                                                                                            

  1. via Merceria. Rinascita, rivitalizzazione e valorizzazione della via Merceria di Dignano, altri 10 intonaci, porte ed infissi.
  2. Preparazione del design unitario degli interni ed esterni – comprese insegne- di altre 3 botteghe:
    a) Scarpe dal mondo
    b) La bottega dei giocattoli
    c) La bottega del the
  3. Lavori sugli arredi interni dell’albergo diffuso di Dignano
  4. Lavori sulla copertura delle macchine esterne dei condizionatori d’aria; terza fase messa in opera di 20 pezzi
  5. Circuito OPEN sempre aperto: Prosieguo dello studio e della costruzione di ulteriori due sale del Museo etnografico diffuso:

Sala 7: La lisiera e il lavoro quotidiano. Preparazione totale dello spazio chiavi in mano, con restauro di arredi originali di proprietà del Comune.

Sala 8: La bottega del fabbro – I mestieri dignanesi

  1. Preparazione e messa in cantiere della terza fase dei circuiti culturali turistici. Studio e attuazione. Chiesette aperte. Altre 4 – terzo circuito.

Preparazione del programma estate e autunno 2024, Fondazione nell’estate culturale Dignanese

  1. “500 passi in via Merceria”: una mostra e un aperitivo dalle 19 alle 21, con mini bus di cortesia e autista
  2. Tre giorni di moda in Istria (lunedì, martedì e mercoledì) per tutta l’estate (individuazione di giovani stilisti, nostrani e stranieri; vari temi…
  3. “Short” – rassegna di video brevi da tutto il mondo. Tema: La vita del borgo, a cura di Apoteka. E altro da definire

Autunno culturale dignanese. Abbiamo una storia che dura da 2000 anni. I reperti romani del Dignanese. Mostra e circuito culturale.

Gli affreschi delle chiesette. Circuito guidato

La nostra musica… tra passato e presente, ogni sabato e domenica

Da Giugno 2024 a Maggio 2025

Dignano autunno

Quarta e ultima fase della prima parte della rigenerazione urbana

1. quarta fase di via Merceria. Altri 10 intonaci, porte ed infissi.ù

2. Preparazione del design unitario degli interni ed esterni – comprese insegne- di altre 3 botteghe:
a) Intimo uomo donna
b) La bottega dell’usato – vintage
c) La bottega dello scambio

3. Lavori sugli arredi interni dell’albergo diffuso di Dignano.

4. Lavori sulla copertura delle macchine esterne dei condizionatori d’aria, quarte fase messa in opera di 20 pezzi.

5. Circuito OPEN sempre aperto

Preparazione e messa in cantiere della quarta parte della fase dei circuiti culturali turistici. Studio e attuazione.

Chiesette aperte – altre 4 e circuito culturale.

Preparazione del programma estate e autunno, da giugno 2024 a giugno 2025,

Fondazione nell’estate culturale Dignanese

  1.  “500 passi in via Merceria”: una mostra e un aperitivo dalle 19 alle 21, con mini bus di cortesia e autista
  2. Tre giorni di moda in Istria (lunedì, martedì e mercoledì) per tutta l’estate (individuazione di giovani stilisti, nostrani e stranieri; vari temi….)
  3. “Short” –  rassegna di video brevi da tutto il mondo. Tema: Perché dovrei andarmene da qui? a cura di Apoteka E altro da definire….

Autunno culturale dignanese                                                                                               

Perché venire a vivere a Dignano? – cena e corso alla scoperta dell’olio e della vita in un borgo.

Mostra Dignano nei secoli, dai castellieri a oggi

Musica dal vivo a richiesta ogni sabato e domenica.

Proposte per il futuro di Dignano:

Proposte per Dignano

Investimento nelle fonti rinnovabili di energia: nel futuro dei nostri figli. Unire le forze dei soggetti economici, della Città e di Fondazione per creare (andando anche verso l’Europa con esempio Horizon?):

1) il Museo dell’energia nel vecchio Mulino – fabbrica dei coppi fotovoltaici sostenibili nei centri storici tutelati. Ricordare che a Dignano l’energia elettrica molto prima di tante altre città molto più grandi

Proposta di realizzazione in collaborazione operativa con l’Università degli studi di Milano.

Il Vecchio mulino diventa La fabbrica dei coppi fotovoltaici sostenibili nei centri storici tutelati e centro di eccellenza per le energie alternative.

Fondazione ha già invitato il produttore che detiene il marchio dei coppi, il quale si è innamorato di Dignano. Se si trovano i finanziamenti, si potrebbe creare una storia sulla sensibilità verso il nostro pianeta (argomento molto attuale), per essere all’avanguardia anche nel green e arricchire Dignano di un nuovo polo delle eccellenze, affiancandolo a quello dell’IT.

La Fondazione, invitata ad appoggiare già da prima delle elezioni – con una politica culturale attiva sia per quanto riguarda la conservazione che la cultura – questo nuovo soggetto politico indipendente, ha consegnato per ben due volte il presente progetto di rigenerazione del nucleo storico, al principale soggetto economico privato, che ha fortemente spinto e voluto il cambiamento politico e che ha indicato il nuovo sindaco.

Una prima volta in campagna elettorale. Una seconda a metà ottobre, con il preventivo dei relativi costi da sostenere. Nessun riscontro a oggi.

Dopo i ripetuti inviti pubblici all’incontro tra soggetti interessati a vario titolo alla cultura, caduti nel vuoto dell’indifferenza generale e andati deserti – adesso Fondazione lo rende pubblico.

DAL DIRE AL FARE PER CAMBIARE

Back To Top