skip to Main Content

La Fondazione Ars et Labor è un soggetto giuridico che promuove progetti di pubblica utilità nel campo della conservazione e della cultura.

Mission

Fondazione Ars et Labor nasce per promuovere la conservazione del patrimonio storico, artistico e culturale dell’Istria e attuarne la valorizzazione a fini economici. Intende favorire la costruzione e lo sviluppo nel territorio di progetti culturali e artistici in collaborazione con le realtà già esistenti. Si propone altresì di promuovere anche fuori dall’Istria le attività culturali collegate direttamente e indirettamente a quest’ultime, alla loro storia e alle loro tradizioni quali punti di incontro di popoli, culture e civiltà.

L’Istria è una splendida terra di colline e di mare, di paesaggi tra uliveti e vigneti, tra testimonianze storiche e artistiche ricche di oltre 2000 anni, che partono dal tempo degli Histri a quello degli insediamenti romani, con un patrimonio di reperti che arrivano all’alto Medioevo… Poi la presenza veneziana.
Una regione rara per l’unicità delle sue bellezza paesaggistiche, artistiche e storiche.

Dignano

Perché si è iniziato a Dignano?

Perché Dignano è la città ideale dove fare questi progetti pilota.
È antica, bella e trascurata. Possiede un grande e notevole patrimonio archeologico, storico-artistico e architettonico, in gran parte abbandonato e come già detto, trascurato. È una cittadina di collina in un territorio a prevalenza di economia agricola, vicinissimo a Pola e vicinissimo alla costa, di fronte alle isole Brioni. Ha via Merceria, bellissima e in abbandono.
Ed è stata nel tempo sede di sperimentazione artigianale e industriale sostenibile. Basti pensare all’opera del maestro calzaturiere Voivoda o a Tommaso Sottocorona e al suo importante Stabilimento bacologico, o per passare all’oggi, alla presenza di Infobip.
È quindi un posto ideale per diventare sede di sperimentazione progettistica, e per l’ospitalità alternativa tra cultura e cibo.

Alcune delle possibilità di intervento individuate e che possono diventare progetti sono queste:

  1. La messa in opera di un laboratorio per la fabbricazione di coppi fotovoltaici sostenibili nei centri storici tutelati e di un centro di ricerca e sviluppo dei materiali legati all’efficientamento energetico sempre per i centri storici tutelati.
  2. L’apertura nella sede della Fondazione Ars et Labor di un Centro Culturale Internazionale e di un Ufficio interculturale multiservizi.
    Stiamo preparando, in collaborazione con professionisti del settore, il Polo di preparazione della progettistica, non solo europea, riguardante la conservazione e le attività culturali. Fondazione Ars et Labor gestirà questo direttamente e in maniera autonoma, offrendo collaborazione a tutti quei soggetti che vogliano partecipare ad attività culturali ed economiche in questo specifico settore, con l’uso dei vari fondi, sia europei che privati.
  3. La preparazione della casa delle idee. Luogo aperto alle persone intraprendenti con idee ben chiare su come valorizzare il territorio, creando economia e microeconomia sul e per lo stesso, con progetti legati alla cultura in senso lato.

Dignano e l’Istria diventeranno quindi in primis centro e motore del recupero della propria parte storico-artistica e, partendo da questa esperienza, si continuerà dove serve per il riutilizzo e il riuso a fini culturali e poi economici degli spazi cittadini storici abbandonati.

Fondazione Ars et Labor intende fare questo insieme e in collaborazione con tutti i soggetti interessati, se e quando possibile e concesso dalle vigenti leggi e regolamenti.

Palazzo a Dignano

GALLERIA

Back To Top